Si è tenuto nella sala arti marziali del centro sportivo «Kendro» lo stage di «Point Fight», tra le specialità di kickboxing, riservato ai giovani atleti tra i 6 e i 14 anni. Promotore dell’iniziativa è stato il maestro Ottavio Panunzio («Opa academy») che ha ospitato il campione del mondo di questa specialità, il maestro Rino Magno. Oltre 50 ragazzi hanno preso parte a un allenamento di due ore, immersi nella tecnica, in un clima di sicurezza e divertimento, coinvolgendo anche i genitori presenti, curiosi di conoscere tutti i dettagli sulle regole e protezioni da utilizzare in allenamento e in gara. Questa disciplina fa l’occhiolino al fioretto, tant’è che gli atleti devono cercare di colpire l’avversario in modo da fare punteggio e a ogni punto messo a segno si interrompe la ripresa per poi ripartire.
I colpi devono essere controllati e portati al di sopra della cintura, mentre il punteggio varia a seconda dei punti colpiti. Ad arbitrare gli incontri anche tre giudici federali (F. Loseto, G. Lavermicocca e Y. Patterson) e i tecnici federali della «Opa» (M. Summo, V. De Toma, I. Dambrosio, M. Mariani). Al termine dello stage, i maestri Ottavio Panunzio e Rino Magno hanno consegnato a tutti i ragazzi una medaglia di partecipazione.
Condividi